Fregati dal Clima - Giornalismo scientifico e comunicazione.


Fregati dal Clima

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestEmail this to someoneShare on Reddit

World Climate Map-Large

E’ una di quelle cose di cui vorresti scrivere in un blog, ma poi ti chiedi se non rischi di cascare anche tu nella trappola e fare così pubblicità a un prodotto spazzatura.

Ma alla fine decidi di parlarne, perchè si tratta di una “case historyche fa capire  anche ai non addetti il meccanismo con cui la macchina dei media riesce  produrre papocchi  spacciati per prodotti di interesse scientifico.

Il fatto è questo: proprio mentre “l’ex prossimo presidente degli Stati Uniti” Al Gore (l’ironica definizione è sua) girava le sale con il suo documentario-lecture sui pericoli del riscaldamento globale, il canale britannico Channel 4 ha fatto andare su tutte le furie non solo gli ambientalisti, ma chiunque abbia a cuore la correttezza dell’informazione scientifica trasmettendo un  controverso documentario dal Sex-Pistolico titolo:  “The Great Global Warming Swindle“.

  “Ti senti in colpa perchè il pianeta si riscalda? Forse non dovresti. Un gruppo di  scienziati […] sostiene  che non è colpa tua”. Così comincia la presentazione del programma.

L’uomo, insomma, non c’entra nulla con il riscaldamento globale, secondo il documentario. Tutto il contrario di quello che l’ IPCC, il più autorevole organismo internazionale sul clima, ha stabilito nel suo più recente rapporto.

Contro il programma si sono scagliati anche autorevoli gruppi di divulgatori scientifici britannici. Qualcuno ha anche scritto agli organismi che regolano l’emittenza invocando il codice che obbliga a “rappresentare i fatti e le opinioni in maniera corretta”. L’argomento è uno di quelli più “caldi” (è il caso di dirlo) nella mailing list specialistica PSCI-COM.

Ma perchè tutto questo trambusto per il documentario?

Non mi soffermo qui sulla qualità  scientifica del documentario, che gli esperti sul clima ritengono inesistente.

Da divulgatore, mi interessa un dettaglio della vicenda, che peraltro ha fatto scalpore.

Si tratta della  reazione indignata di Carl Wunsch, uno dei ricercatori intervistati nel documentario.

Lo scienziato è furibondo perchè nel  sapiente gioco di copia-incolla televisivo le sue affermazioni sono state utilizzate al contrario per sostenere la tesi degli autori. Questo tipo di manipolazione è un classico, e non solo nel campo della divulgazione.

“My views were distorted by the context in which they placed them. I was misled as to what it was going to be about. I was told about six months ago that this was to be a programme about how complicated it is to understand what is going on. If they had told me even the title of the programme, I would have absolutely refused to be on it. I am the one who has been swindled.”

Ha dichiarato Wunsch all’Independent.

Nulla di nuovo. La TV cerca di fare spettacolo e,  senza un’adeguata preparazione, anche il più onesto degli scienziati rischia di cascare nel gioco.

Lo so cosa state pensando. Vuoi vedere che  nel gioco a rincorsa fra le TV per accaparrarsi la spazzatura più redditizia, fra un pò il documentario di Channel 4 ce lo ritroveremo nel piccolo schermo di casa tradotto e magari presentato da qualche “illustre” giornalista? Io dico che è molto probabile.

Technorati Tags: , , ,


Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestEmail this to someoneShare on Reddit

Comments

comments


Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close