Matusalemme in cattedra - Giornalismo scientifico e comunicazione.


Matusalemme in cattedra

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestEmail this to someoneShare on Reddit

Perchè l’Università italiana è una gerontocrazia

Facciamo un gioco di ruolo. Siete un giovane promettente, diciamo 25 anni, da poco  laureato. Le statistiche dicono che  l’età media alla quale potete (forse) sperare di  viene assunti come ricercatori universitari in Italia è di circa 40 anni. Ammesso che esistano posti (cosa già di per se difficile) e che esista ancora la figura del ricercatore quando avrete 40 anni (cosa ancora più difficile dopo la riforma Moratti).  Se non ce la fate ad aspettare potete emigrare. Altrimenti, la vostra pazienza verrà ripagata: avrete il posto quando ormai il vostro picco di creatività si sarà esaurito, ma almeno potete sperare di rimanere un bel pò di anni in cattedra a comandare.

Del problema si è occupato ad esempio  un’articolo  pubblicato da Le Scienze (S. Zappen e F. Sylos Sabini: Quando l’Università invecchia,   Febbraio 2006). Ed ecco emergere la fotografia di una vera e propria gerontocrazia.

età dei ricercatoriDi tutti i paesi esaminati, siamo quello  con la più alta percentuale di docenti universitari ultrasessantenni (22,5%) e con la più bassa fetta di quelli sotto i 35 anni (4,6%).

Ancora più preoccupante è il "numero sproporzionato di docenti fra i 55 e i 60 anni rispetto alle classi di età adiacenti".

Ma c’è di peggio: il picco nella distribuzione di fascie di età (vedi la figura) non è fisso ma si sposta verso le età più avanzate man mano che gli attuali docenti invecchiano. Traduzione:  nessuno va in pensione,  i giovani non entrano e perciò l’età media dei docenti diventa sempre più alta.

Non solo, i più anziani sono anche i meglio pagati, dato che la retribuzione da noi non è basata sui risultati o il merito accademico, ma unicamente sull’anzianità di servizio.

età dei ricercatori

Insomma, abbiamo un università dove a comandare – e  a fare muro-  sono i gerontocrati. Alla faccia dei tantissimi giovani che dentro ai laboratori ci lavorano e sperano.

Mi è capitato di leggere un interessante e sconsolante  rapporto del Forum Nazionale dei Giovani sull’età media dei politici italiani, degna di Jurassic Park.

Il paradiso dei gerontocrati è uno dei tanti e giusti appellativi che L’Economist ha dato all’Italia (6 Aprile scorso). Non fa riflettere  il parallelo che esiste fra l’età media dei politici e quella dei docenti universitari? Pistuà

(grafici: Le Scienze)

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestEmail this to someoneShare on Reddit

Comments

comments


Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close