L'infornata - Giornalismo scientifico e comunicazione.


L’infornata

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestEmail this to someoneShare on Reddit

Infornata Ricercatori-1

Nel paese del Gattopardo nulla cambia. I  nuovi arruolamenti di ricercatori (si parla di seimila posti nei prossimi tre anni) avverranno con le care vecchie regole di sempre, dopo che il Consiglio di Stato ha bocciato le proposte di riforma maldestramente avanzate dal ministro Mussi.

Traduzione: ecco in arrivo un’altra bella infornata. Seguendo i cari vecchi criteri di concorso su chi tutti sputano, ma che evidentemente alla fine vanno bene quasi a tutti.

Potrei ricordare le promesse di Mussi (” riformo la ricerca o me ne vado”) o sfogarmi con  qualche “V” che fa tanto tendenza. Mi piace invece riportare l’analisi, secca e spietata, di Paolo Savona  che sul Messaggero parla del “mal di merito” che afflige l’Italia :

“La domanda […] è se si vuole veramente una competizione sociale basata sul merito, che impone regole durissime per chi resta indietro, o sull’egualitarismo, in Italia lungamente predicato, attuato e mai sopito. ” scrive Savona.

Il mal di merito tocca un nervo scoperto del sistema Italiano, di cui la ricerca è solo una parte.

E allora, invece di riempirci la bocca con la false professioni di  meritocrazia, dobbiamo chiederci seriamente: qual’è il modello che vogliamo per il nostro paese?

Posta l’ irrinunciabile eguaglianza di diritti e opportunità, meglio un sistema meritocratico, che premia solo i migliori, ma che per definizione lascia un sacco di gente a bocca asciutta?

Oppure meglio quello che abbiamo avuto finora, basato sul principio che siamo tutti “piezz’e core”, teoricamente egualitario ma in pratica classista, perchè  premia i più “immanicati” o nel caso migliore i più pazienti, lasciando però a molti  qualcosa per essere contenti, e riconoscenti?

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestEmail this to someoneShare on Reddit

Comments

comments


Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close