Forza Mussi! Ma occhio a non restarci fulminato. - Giornalismo scientifico e comunicazione.


Forza Mussi! Ma occhio a non restarci fulminato.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestEmail this to someoneShare on Reddit

mussi e le staminaliAppena insediato nel dicastero della Ricerca, Fabio Mussi ha già dato segnali concreti ed incoraggianti di discontinuità rispetto alla precedente amministrazione  di Letizia  Moratti. Come prima mossa, ha ritirato gli ultimi tre decreti Moratti: decreti di importanza relativamente piccola, ma il cui ritiro segna già un chiaro  indirizzo politico Fra i decreti ritirati c’è quello, fabio mussimolto contestato, che riguardava l’istituzione dell’ università "Fai da Te" ‘Ranieri’ di Villa San Giovanni.

Anche se per ora solo a parole, trovo incoraggiante l’atteggiamento di Mussi, che dichiara di voler ascoltare la voce di chi lavora nel mondo della ricerca.

Ha dichiarato Mussi a Repubblica: " Visiterò tutte le università, non solo quelle più grandi. Non credo al riformismo dall’alto, occorre andare in giro, guardare le persone negli occhi, rettori, accademici, ricercatori. Entro qualche mese penso di poter presentare un piano più preciso di interventi legislativi e amministrativi ispirati al valore della libertà".  Ascoltare, riflettere, agire, cioè tutto il contrario dell’attidudine ottusa e autistica della fu  Letizia-Mestizia Moratti.

 Anche la sua ultima mossa ha raccolto il plauso mi molti scienziati: quella di annunciare il ritiro dell’adesione italiana alla dichiarazione etica sulle cellule staminali, un documento  firmato l’anno scorso da  Italia, Austria, Germania, Polonia, Slovacchia, Malta contro la sperimentazione  sulle cellule staminali  embrionali.

Se l’Italia ritirasse la firma da quel documento medioevale sarebbe solo un bene. Ma qualcuno dovrebbe dire a Mussi che gli embrioni  sono come i fili della ferrovia: chi tocca muore. E già  Buttiglione  (uno che quando sente  le parole "embrioni" e "ricerca" si sveglia come un Furby che sente la parola magica) si è mobilitato insieme a compagni d’armi più o meno improvvisati  minacciando  la sfiducia al nuovo ministro.

Nei suoi primi giorni Fabio Mussi ha  dato  segnali  positivi. Ma se non sta attento a dove mette i piedi rischia di non arrivare a ferragosto. Non  era forse meglio aspettare prima di camminare sul campo minato delle staminali? Pistuà

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestEmail this to someoneShare on Reddit

Comments

comments


Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close